"Pensieri dei volontari"

"La mia è stata una scelta dettata dal cuore, sapevo che dovevo fare qualcosa che potesse essere di aiuto a me e al prossimo, una scelta rimandata da tempo ma arrivata probabilmente al momento giusto, quello che mi spinge a continuare è quello che le persone alle quali prestiamo il nostro aiuto ci danno, nonostante la sofferenza che provano, anche soltanto con lo sguardo si percepisce la gratitudine verso quello che stai facendo per loro e questo per me è una grande ricchezza. Per me il volontario è colui/colei che nonostante tutto dedica il suo tempo per mettersi a disposizione di chi ha bisogno, per me la scelta di diventare volontario è dettata dal cuore"

Patrizia

" inizialmente ho scelto di fare volontariato più per me stessa che per gli altri, poi però con il passare del tempo stando a contatto con la sofferenza e le malattie ti senti fortunato ed impari ad apprezzare quello che la vita ti ha dato. Fare volontariato mi ha fatto crescere come persona, ho imparato a socializzare e a non sprecare il mio tempo in cose futili. Adesso sono motivata perché lavoro per una causa in cui credo e mi sento realizzata"

Anonimo

" Non ho mai pensato di far parte di qualche associazione di volontariato finché ho visto lo stand di Novara Soccorso in centro città. Non avevo mai sentito parlare di ANPAS, solo adesso mi rendo conto che è una realtà molto importante sul territorio Italiano e ne vado fiera. Quel giorno decisi di fare quelle classiche cose per cui non bisogna pensarci troppo e ho deciso di cogliere l'attimo e sfruttare questa occasione per fare esperienza anche nel campo dell'emergenza. La cosa che mi spinge a prestare servizio nonostante tutto è la possibilità di far parte di un gruppo e identificarmi in qualcosa di importante con persone che apprezzo, sotto il nome di P.A. Novara Soccorso." 

Ilaria

"Ho iniziato questo tipo di volontariato facendo un anno di servizio civile universale. Grazie a questa opportunità lavorativa, ho potuto scoprire un mondo che confluisse sia con la mia volontà di aiutare il prossimo che con la mia curiosità su tutto ciò che concerne il mondo della medicina e del corpo umano. 

In questo periodo, anche noi volontari ci troviamo davanti ad una situazione surreale, ma nonostante tutto la forza la forza di affrontarla non ci manca e nel bene e nel male noi siamo sempre qui. 

Emmanuele."

"Forse i nostri occhi vedono molte cose: i colori, la luce, il cibo, il divertimento e l'amore ma una cosa che non hanno mai visto fino ad ora è la situazione che stiamo vivendo. Abbiamo sempre avuto mille nomi nei vari servizi, come per esempio ''paramedici'', ''volontari'', ''ambulanzieri'', ''dottori'', ''soccorritori'', ma nonostante tutto avevamo un volto con un sorriso che ci distingueva. In questo momento di grave emergenza sanitari, si vedono a malapena i nostri occhi a causa delle protezioni che ricoprono tutto il corpo.

Prima del corona virus, durante un intervento, se una persona non stava bene, nel tragitto fino in ospedale, la confortavamo con sorrisi, carezze oppure tenendole la mano; adesso tutto ciò non è possibile e tutto questo ci fa male.

Una signora anziana che stavo soccorrendo, mi ha guardato negli occhi dicendo: " anche se non posso vederlo, so che stai sorridendo... i tuoi occhi parlano" in quel momento ho capito cosa ci spinge a continuare nonostante tutto,"

Mattia

"Mi ha spinto a scegliere questa strada la voglia di aiutare il prossimo e nonostante il periodo di emergenza sanitaria continuo a svolgere con costanza il mio servizio di volontariato."

Anonimo

"La stessa domanda mi è stata posta nel lontano 2009. 

In passato sono stato aiutato senza che mi fosse chiesto nulla in cambio, quindi ho deciso di avvicinarmi a questa realtà. Inoltre essendo io straniero mi piacerebbe portare, in futuro, l'esperienza maturata qui nel mio paese creare un'associazione di volontariato."

Ait

Il volontariato è una crescita personale, sopratutto questo tipo di attività dove insegna a conoscere sempre di più se stessi, a migliorarsi continuamente e a relazionarsi con altre persone. Il passo successivo è proprio quello di imparare ad "osservare-ascoltare-capire" le persone che ci circondano. Nel mio caso influisce anche sulla mia attività lavorativa, perché non è solo un percorso di crescita personale, ma anche professionale. Voglio solo aggiungere una citazione sull'unità e sull'amore (agape): "con ogni umiltà e mansuetudine, con pazienza, sopportandovi gli uni gli altri con amore". 

Questo è lavorare in team, vivere in un'associazione che può essere una grande famiglia per ogni singolo volontario. 

Diego

"Iniziai circa 17 anni fa per pura curiosità, per provare che tipo di sensazione potesse darmi l'aiutare chi ne avesse bisogno. La cosa mi ha coinvolto appassionandomi sempre di più, fino a portarmi qui. Negli anni ci sono stati episodi di vario genere che spesso mi hanno portato a pensare di mollare tutto ma il mio senso di altruismo era più forte del mio momentaneo disagio e quindi sono ancora qui con sempre più rinnovato entusiasmo."

Andrea

"Ho avuto l'occasione di entrare in associazione tramite servizio civile e mi si è aperto un mondo. Il mio essere altruista mi ha permesso di entrare subito in sintonia con il servizio di volontariato. Tutt'oggi continua a regalarmi molte soddisfazioni, Mi ritengo fortunato a svolgere il mio servizio quotidianamente nonostante quest'emergenza Covid. Ritengo sia uno stimolo per servire sempre di più."

Fabrizio 

" A seguito di un fatto accadutomi in passato, spinta forse dal senso di colpa dovuto alla mia "impreparazione", ho deciso di intraprendere questo servizio di volontariato cercando di migliorare le mie conoscenze in ambito di primo soccorso per poter essere preparata a dare una mano nel momento di bisogno. Questa sfida personale è diventata una grande passione"

Anonimo

"Il volontariato ha sempre fatto parte della mia vita. Ho sempre pensato che dedicare parte del mio tempo a chi ne ha bisogno, ai più deboli  e ricevere un sorriso è una gioia immensa."

Antonella

"Sin da quando ero piccolo avevo questa passione che con il tempo iniziò a crescere. Esattamente 5 anni fa dopo una brutta esperienza vissuta in prima persona ho capito il lavoro, la dedizione, la passione e la buona volontà che ci mettono i volontari ad aiutare il prossimo che hanno bisogno di una mano in momenti particolari della loro vita. Spinto dalla passione, dalla curiosità, dalla voglia di riscattarmi e di mettermi in gioco ho deciso di provare questa nuova esperienza. Tutto ciò mi ha portato a scoprire e conoscere un lato del mio carattere che non avevo ancora conosciuto. Con questa attività ho conosciuto persone fantastiche, con una storia alle spalle e con tanta voglia di fare. ho incontrato molti amici con i quali si è instaurata un'amicizia fantastica e con il tempo continua a migliorare. I volontari scelgono questa attività per passione e non per averne un ricavo economico, uno sguardo, un'abbraccio, una stretta di mano e un grazie valgono molto più di una qualsiasi somma di denaro. Tutto ciò ha cambiato totalmente la mia vita anche se ho ancora molto su cui lavorare"

Marcello 

"Mi sono avvicinata a questo tipo di volontariato per mettermi ala prova, molto incerta sulle mie capacità di superare delle prove, sopratutto emotive, alle quali sarei stata inevitabilmente sottoposta. Più andavo avanti e acquistavo fiducia in me stessa, più la mia attenzione si spostava sugli altri, sull'impatto che anche piccoli gesti possono avere su delle persone che si trovano in momento difficile, se non drammatico, della loro vita. Tutto questo mi ha cambiato molto, mi ha fatto mettere in prospettiva i miei problemi e mi ha dato un senso di soddisfazione enorme. Anche la vita associativa, questo "pentolone" con persone cosi diverse tra loro ma unite da una motivazione uguale verso il prossimo, tutto questo ha arricchito enormemente la mia vita."

Nicole

"Volontariato perché? La scelta non è stata certo facile per tempo ed impegno, ma intraprendere questa avventura nel mondo del volontariato già ormai da molti anni è stata la scelta migliore, la formazione, i colleghi e le belle esperienze anche in situazioni difficili hanno fatto si che il "soccorso e l'aiuto" diventassero anche il mio lavoro.. Continuerò a farlo con passione, cercando di trasmettere e far conoscere il più possibile ciò che facciamo... Infondo chiunque può essere speciale... il "grazie" e il "ragazzi fate attenzione" detto dalla moglie di un signore soccorso e assistito in questo periodo COVID ci riempie il cuore..."

Cicco

"Per me il volontariato è un' esperienza fondamentale che deve fare parte della vita di tutti noi. Implica l'aiuto verso il prossimo e aiutando gli altri si scopre la parte migliore di noi stessi... quella che tutti abbiamo ma che magari teniamo nascosta.

Durante questa grave emergenza sanitaria, sono stata assalita da diverse emozioni. E' un periodo diverso dal normale, quello che ti fa andare a casa ripensando a tutto quello che è successo durante quelle ore. Servirebbe fare un reset generale per poter andare avanti ed affrontare un altro turno. Ti illudi di questa cosa ma in realtà rimane tutto impresso.

Ci restano solo gli occhi e lo sguardo. Le parole sono poche, perché in realtà c'è poco da dire. Ti fanno domande a cui non sai dare risposte o non vuoi darle perché non è ciò che vorrebbero sentire. A chi ti chiedeva se sarebbe riuscito a vedere il nipote nascere, cosa avevi da dire?

Come puoi riuscire a mentire per l'istinto di dare conforto? Improvvisamente hai la sensazione che i tuoi occhi siano diventati lucidi ma non devi farti vedere e allora fai dei respiri profondi, cercando di trovare delle risposte alle loro domande per dare conforto. Senti addosso tanta paura da non permetterti di identificare realmente il motivo. Il tuo unico scopo è quello di farli sentire al sicuro. 

Vorrebbero delle speranze da te, ma tu non riesci a fare altro che un sorriso forzato dietro quella mascherina per poter tramettere fiducia. 

Ci vuole tanta forza d'animo e noi volontari, durante questa pandemia, ci siamo presi la responsabilità di rischiare. 

A volte i turni sono stremanti ma siamo sempre pronti a partire per poter aiutare il prossimo. E' questo il valore che ci contraddistingue."

Giulia I.

" Ho sempre pensato che fosse necessario utilizzare il proprio tempo libero e non sprecarlo. Il volontariato è sicuramente il modo migliore per impiegarlo essendo utile agli altri. Nonostante il periodo di emergenza che stiamo attraversando, fare volontariato è diventato anche un modo per arricchire le mie competenze personali. Il volontariato è sicuramente necessario per sopperire ai disagi delle persone che si trovano in difficoltà."

Gaetano